Rafano nero

exemple Radis noir

Nome latino:

Raphanus sativus var. niger (Mill.) J. Kern

Nomi comuni:

Rafano nero, Radice d'inverno

Famiglia:

Brassicaceae

Origini:

Asia, Area del Mediterraneo

Parte della pianta utilizzata:

Radice

 

Descrizione

Il rafano nero è una pianta della famiglia delle Brassicaceae. La sua radice è utilizzata in fitoterapia, ma anche in varie ricette. Il rafano nero ha molti benefici per la salute, tanto da essere usato come moneta nell'antico Egitto. La sua fama lo ha portato persino a essere raffigurato tra i geroglifici del tempio di Karnak.

La radice di rarafano nero contiene flavonoidi, ma anche molte vitamine, tra cui la vitamina A, le vitamine del gruppo B, tra cui la B9, e la vitamina C. Questa radice contiene anche minerali e oligoelementi (iodio, magnesio, zolfo, zinco, calcio).

Il rafano nero ha un effetto detossificante sul fegato, favorendo l'eliminazione degli xenobiotici presenti negli alimenti. Inoltre, questa radice favorisce la secrezione di bile da parte del fegato (azione coleretica) e provoca (stimola) lo svuotamento della cistifellea (azione colagoga).

Inoltre, il rafano nero ha proprietà digestive e contribuisce al corretto funzionamento del metabolismo. Aiuta a ridurre il colesterolo, e ha un effetto gastroprotettivo stimolando la secrezione di muco. Il ravanello nero, inoltre, fluidifica il muco e ha un effetto espettorante e antitosse. È anche antinfettivo (con attività contro l'Helicobacter pylori), antiossidante e antinfiammatorio.

I benefici 

La sua composizione in zinco, calcio, magnesio e fosforo consente un apporto di minerali e oligoelementi. Viene utilizzata per la sua azione sulle vie epato-biliari.

Pubblicazioni scientifiche

Il rafano nero è oggetto di oltre 1274 pubblicazioni scientifiche.

 

I nostri prodotti a base di Rafano nero

  1. 27,20 €
  2. As low as 31,20 €
    Disponibile
Pagamento Sicuro
Spedizione gratuita da 35,00 €
Servizio clienti dedicato
Garanzia qualità